Non sono molti i robot aspirapolvere venduti in questa fascia di prezzo, anzi, questo Vileda potrebbe essere l’unico ad un costo così basso. Ciò che viene spontaneo chiedersi è dunque: cos’è che non ha rispetto ai modelli di fascia più alta? Perché è ovvio che una così grande differenza di prezzo può solo essere giustificata da una grande differenza di prestazioni e funzionalità. Ma soprattutto, se già per i robot più costosi avevo delle riserve, quanto mai potrò essere soddisfatto da uno che necessariamente sacrificherà tanto rispetto ad essi? Tutte queste domande mi hanno assalito alla scoperta dell’esistenza di questo Vileda. Poi l’ho provato. E…


Costruzione ed accessori


Costruito interamente in plastica, questo robot è caratterizzato sulla parte superiore dalla presenza di tre tasti che azionano 3 rispettive modalità: “S”, per programma breve da 5 minuti, per rimuovere lo sporco concentrato in una piccola area; “M”, per il programma medio da 30 minuti, per aree di medie dimensioni; “L”, per il programma lungo da 1 ora, per ampie sale o piccoli appartamenti. Assente ovviamente un display, e impossibile programmare gli orari di pulizia. Ragionevole, considerato il prezzo.

Sulla parte inferiore presenti due spazzole controrotanti e una spazzola laterale per pulire angoli e battiscopa. Si può accedere invece al vano polvere dalla parte laterale del robot.

Non particolarmente ricca la dotazione accessori, che manca di una base di ricarica. Questo robottino infatti si ricarica come un telefono, ovvero tramite caricabatteria incluso nella confezione. Presenti poi un filtro di ricambio, una spazzola laterale di ricambio e uno strumento di pulizia delle spazzole. Il minimo indispensabile. Assente un marcatore d’area, così com’è assente nel robot la possibilità di scegliere un’area da pulire. Anche qui, ragionevole.


Navigazione


Solo uno dei due soggetti nella foto è mio. Indovinate un po’ quale..

Questo Vileda Cleaning Robot ha il minimo indispensabile per una buona navigazione, ovvero il sensore del vuoto e quello ad infrarossi per evitare gli ostacoli. Non sono il top della tecnologia in tali ambiti, ma fanno il loro lavoro decentemente. Assente ovviamente la capacità di mappare la stanza e di calcolare il percorso migliore, per cui questo robot sostanzialmente si muove “a caso”, finché non trova un ostacolo e cambia direzione. Proprio per questo è ottimale azionarlo in una stanza alla volta (chiudendo le porte), pena la molto probabile dimenticanza di alcune aree.

Ovviamente poi il sistema di rilevamento degli ostacoli non è perfetto, e molto spesso questo robot si incastrerà tra fili, o sotto un tavolo con tante sedie, o ancora aspirerà piccoli oggetti (come i giocattoli) non riconoscendoli come ostacoli. Per questo motivo dovrete “preparargli” il terreno se volete azionarlo, pena la necessità di continui interventi per sbloccarlo.

Il robot gestisce bene quasi tutti i pavimenti, con evidenti problemi sui tappeti, problemi direttamente proporzionali alla lunghezza del loro pelo. Non consigliato se siete degli amanti dei tappeti (e ne avete tanti in casa).


Aspirazione e Manutenzione

La potenza aspirante di questo Vileda non è un granché, anche se comparata agli altri aspirapolvere robot. Aspira residui di media grandezza e peso, ma trascina tutti quelli più grossi e non aspira per niente gli allergeni. Non che sia necessario, visto che comunque per pulire le spazzole (se avete animali in casa praticamente ogni giorno), per svuotare il vano (soli 0.25L, senza indicatore di riempimento, quindi praticamente ad ogni utilizzo) e per lavare il filtro (almeno una volta a settimana) entrerete in contatto con tanta, tanta polvere. Ma tanta, tanta. Sia chiaro, il problema è comune a tutti i robot aspirapolvere, ma qui è ancora più estremizzato.


Autonomia e Rumorosità


NON RICORDA ANCHE A VOI UN LETTORE CD ANNI ’90?

La batteria del Vileda Cleaning Robot garantisce, secondo la casa produttrice, 80 minuti di autonomia a fronte di una ricarica di ben 5h. Mi sono trovato in linea con questo dato, ma non ho gradito la brutta sorpresa di scoprire che la batteria è di tipo NiMH. Cosa significa questa sigla? Che è una batteria di vecchio tipo (le più moderne sono tutte agli ioni di litio) che soffre dell’effetto memoria. Che cos’è questo effetto memoria? Sostanzialmente è un grosso svantaggio che vi obbliga a scaricare e a caricare completamente la batteria, pena il suo veloce deterioramento nel tempo.

Soddisfatto invece della rumorosità, che non supera i 70 dB se non sui tappeti (che come ho già esposto sono abbastanza incompatibili con questo prodotto). Insomma, meno rumoroso della media degli aspirapolvere a traino, ma comunque abbastanza per svegliare una persona che dorme.



Prezzo e Conclusioni


Lanciato ad un prezzo di listino di 129€, questo Vileda Cleaning Robot si trova online, ad esempio su Amazon, anche a meno di 100€. È sostanzialmente il robot più economico sul mercato. Ha qualche utilità, o è solo un giocattolo? Il mio parere è che questo robot possa essere usato quotidianamente per rimuovere la polvere più superficiale da tutta casa, per poi passare una scopa o un aspirapolvere a traino settimanalmente. Sostanzialmente quindi questo Vileda non può essere usato da solo, ma ha grande sinergia con altri prodotti, per cui vi toglierà tanta fatica con una sorta di lavoro “preliminare”, nell’attesa che voi pigroni vi decidiate a dare una pulita manuale.


PRO

    •  Molto economico
      •  I – pochi – sensori installati funzionano bene
        •  Gestisce bene i pavimenti duri
        CONTRO

          •  Non si può programmare
            • Non mappa le stanze
              • Non si ricarica da solo
                • Problemi sui tappeti
                  • Batteria al NiMH
                    • Necessita frequente manutenzione
                      • Necessita una “preparazione” dell’area da pulire

                      Voto Finale

                      6
                      Cosa ne pensi delle mie opinioni sul Vileda Cleaning Robot? Lasciami un commento qui sotto!

                      Condividi questo post!